tazza piccola
SEGUIMI SU:
ITALIANO
freccie lingia
Condividi
9/9/2011
Francesco Sanapo
Festival Internazionale di Musica Militare & Coffee Festival: “Spasskaya Tower”- Moscow

SPASSKAYA TOWER 2011 - MOSCOW

 

Evento mondiale dedicato alle migliori bande armate provenienti da tutto il mondo; bande che hanno risaltato il grande valore dei musicisti e hanno saputo tener alto il livello dello spettacolo che la Piazza Rossa di Mosca è in grado di dare anche a luci spente. Vi garantisco che mai nella mia vita avrei pensato di vedere un evento così bello da lasciarmi completamente a bocca aperta. Musica e folklore nella suggestiva e magica “

L’'Italia come nazione era rappresentata dalla banda dei bersaglieri e dagli sbandieratori…e per fortuna anche da ME!

Si proprio così, e credo che sia naturale stupirsi di tal cosa, dato che non sono un musicista ma un semplice Barista….

ve lo spiego subito!

La città di Mosca, con la collaborazione di una torrefazione locale, ha avuto la brillante idea di divulgare maggiori informazioni, anche culturali, sull’'amatissimo caffè; perciò ha creduto che la migliore strategia per diffondere l’'iniziativa e attirare l’'attenzione popolare fosse quella di affidare a noi Baristi questo piacevole compito. Infatti, sono stati chiamati i migliori baristi al mondo per dimostrare al popolo russo l’'importanza e il valore della tazza di caffè assai diffusa in tutto il loro paese, offrendo a tutta la gente che, curiosa, si avvicinava al nostro stand diverse e semplici nozioni, ma mirate al riconoscimento della qualità.

L’'Idea è stata quella di creare un evento nell'’evento chiamato “coffee festival”, attivando una comunicazione strabiliante in tutta Mosca e nelle città limitrofe; forte è stato anche il coinvolgimento di diverse televisioni e testate giornalistiche nazionali e non solo, dato che media partner dell’'evento era la rivista “Barista Magazine”, mensile americano, ma diffuso in tutto il mondo e sempre dall'America il giornalista Jordan Michelman di Sprudge.com.

Devo ammettere che proprio grazie a questo lavoro di comunicazione mi sono trovato a firmare autografi addirittura sulle tazze di caffè, situazione piacevole ma allo stesso tempo imbarazzante, che però mi ha dato la conferma di ciò che penso e cioè che ormai la cultura sul caffè stia crescendo sempre di più, facendo innalzare anche il livello di qualità. In queste giornate oltre ad aver fatto tantissimi espresso e milioni di cappuccini (Giovanni Fucili sales manager della Nuova Simonelli può confermare. – Nuova Simonelli è partner dell'’evento con le macchine Aurelia competition), posso dire di essermi divertito tantissimo, questo grazie anche alla straordinaria sinergia che si era creata tra noi baristi; mentre professionalmente posso dire di essere cresciuto e di aver arricchito il mio bagaglio culturale apprendendo nuovi concetti e nuove tecniche di lavorazione grazie al meraviglioso confronto che si è creato tra di noi.

Gli argomenti di discussione potevano essere incentrati sulle diverse varietà di coffee arabica o sulle strane richieste fatte dal cliente al bar, si è parlato di competizioni, si è parlato della situazione mondiale del business del caffè. Insomma che piaccia o no ormai il barista è qualcosa di più di un semplice operatore che preme un pulsante senza sapere nulla di quel che fa. Ormai il barista (purtroppo di più all’'estero) è un esperto e racchiude nella sua figura diversi campi del sapere (botanica, chimica, fisica, ecc.), un barista sa cosa significa questo lavoro. Sotto tutti i punti di vista!

E forse che ci crediate o no, che siate d’'accordo o meno, io sono dell'’idea che lo sviluppo di questo settore passerà proprio dall'’immagine/professione del barista e da una collaborazione più reale tra quest’'ultimo e il torrefattore.

Per fortuna qualcosa in Italia si sta muovendo, prova ne è la grande partecipazione alle gare del Campionato italiano baristi caffetteria organizzate da ACIB, e soprattutto prova ne sono i miei amici/colleghi Italiani (non siamo tanti, ma siamo molto uniti) che come me stanno lavorando duro per migliorare tutto il settore.

Ora con enorme piacere vi presento i baristi di fama internazionale che hanno condiviso con me questo bellissimo evento a Mosca...Signori e signore...lady and gentleman in MY PORTAFILTER:

Alejandro Mendez – world barista champion 2011

Un ragazzo dotato di grande passione e da anni si fa promotore del caffè di qualità nella sua magnifica terra El Salvador.

Pete Licata – barista champion Usa

Serietà e professionalità fanno di questo collega una forza per tutto il settore caffeicolo statunitense.

Stefanos Domatiotis – barista champion Grecia

Un ragazzo che da più di 10 anni si impegna a trasmettere la cultura dei caffè speciali in tutto il territorio della Grecia. Se passate da Atene non si può fare a meno di fermarsi nei suoi coffee shop.


Javier Garcia – barista champion Spagna

Se pensavate che la spagna è una terra lontana al caffè di qualità, beh devo smentire il tutto, perché ho avuto la fortuna di provare l’'eccezionale blend di questo collega. Espresso di pura qualità.

Olga Melik-Karakozova – barista champion Russia

Pensate che questa ragazza gestisce la formazione dei baristi di ben 25 coffee shop in Mosca ed inoltre da qualche anno è diventata anche la responsabile della qualità ed è la roastmaster dell'’azienda.


Monica Palova – barista champion Slovacchia

Lavora a Dublino in uno dei più bei coffee shop di tutta la città, il “third floor espresso,” con l' altrettanto illustre Collin Harmon.

Commenti
0
Nome (*)
Email (*)
codice
Inserisci qui il testo (*)
logo sanapo